Pneumatici e pressione: i sensori TPMS

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp

La pressione degli pneumatici è una delle principali preoccupazioni per gli automobilisti, poiché è responsabile della sicurezza e del comfort di guida.

Una delle tecnologie che ricopre un ruolo cruciale è il TPMS: il sistema di monitoraggio della pressione.

Dal 2012 è presente su tutti i nuovi modelli di auto omologati, e dal 2014 è obbligatoria per l'immatricolazione in Europa. È progettato per avvisare l'autista quando la pressione degli pneumatici è troppo alta o troppo bassa.

Vuoi sapere di più sui sensori TPMS? Continua a leggere l'articolo.

In questo articolo troverai

La tecnologia TPMS

I sensori TPMS (Tyre Monitoring Pressure  System in inglese) sono dispositivi che misurano e monitorano la pressione degli pneumatici. Sono installati su tutte e 4 le ruote, forniscono informazioni in tempo reale all’autista e segnalano tramite una spia sul quadro dell’auto la variazione di pressione.

Una pressione non corretta aumenta lo spazio di frenata e interferisce con il comportamento del veicolo, per cui grazie al TPMS si ha una guida più sicura e riduce il rischio di incidenti.

I vantaggi sono tanti, sia a livello tecnico che economico:

  • controllo del livello di usura: se si viaggia con pneumatici alla giusta pressione si avrà un’usura più omogenea risparmiando sul cambio anticipato delle gomme;
  • aumento dell’efficienza del veicolo: uno pneumatico con una pressione troppo bassa o troppo alta causerà l’aumento della resistenza al rotolamento e quindi di consumo di carbuante e CO2. Viaggiando con penuamtici alla giusta pressione migliorerà l’efficienza e salvaguarderà il tuo portafogli.

Quindi, il TPMS permette di essere più tranquilli, anticipando eventuali problemi, e agire nella maniera più tempestiva possibile.

Tipologia di sensori TPMS

In commercio esistono 2 tipologie di sensori TPMS, che differiscono in base al funzionamento e alla modalità di comunicazione con il sistema.

I sensori TPMS attivi o diretti sono dotati di trasmettitori a radiofrequenza che inviano segnali periodici che vengono ricevuti da un ricevitore installato sulla vettura. Questi sensori, oltre alla pressione, possono monitorare anche la temperatura interna degli pneumatici, e le condizioni generali della vettura.

Di contro però, sono dotati di batteria e quindi più suscettibili a malfunzionamenti: per esempio il freddo può inficiare sulla durata della batteria che essendo saldata sul sensore ne rende più facile la sostituzione di tutto l’apparato rispetto al cambio della singola batteria.

Adesso sono presenti sul mercato tipologie di sensori alimentati a induzione magnetica che, a differenza dei primi che sono installati all’interno della gomma, sono posizionati sullo stello della valvola.

Attraverso i sensori attivi si ha una misurazione più precisa e diretta ma i costi di manutenzione sono più elevati.

I sensori TPMS passivi o indiretti sfruttano i sensori dell’ABS/ESP per valutare la pressione, ma non trasmettono alcun segnale. Misurano i giri dello pneumatico e si basano sul principio che uno pnuematico gonfiato in maniera errata avrà un diametro più piccolo e di conseguenza farà più giri rispetto a una gomma gonfiata correttamente. 

Non viene calcolata la pressione in maniera diretta, ma si sfrutta il calcolo dell’ABS. Le auto che dispongono di questi senrori durante il cambio gomme dovranno resettare il sistema elettronico affinchè l’auto riconosca i nuovi pneumatici.

Attraverso i sensori passivi si hanno costi di manutenzione più bassi ma sicuramente una rilevazione meno accurata.

Il funzionamento dei sensori TPMS

In generale, il sistema TPMS deve avere le seguenti caratteristiche:

  • rilevare la perdita di pressione a una velocità fra i 40 km/h e la potenza massima della macchina;
  • avere un trasferimento dati con 434 MHz;
  • rilevare la perdita di pressione del 20% di un singolo pneumatico rispetto alla pressione di esercizio e lanciare un avviso entro 10 minuti;
  • rilevare l’immediata o graduale perdita di pressione del 20% di tutti e quattro gli pneumatici rispetto alla pressione di esercizio, e lanciare un avviso entro 10 minuti.

In caso si accenda la spia sul cruscotto, possiamo avere queste 3 situazioni:

  • se la spia è fissa e si accende mentre si è alla guida, significa che la pressione di almeno uno pneumatico ha subito un cambiamento. Accosta l’auto in una zona sicura e verifica lo stato della gomma (presenza di chiodi o lacerazioni)
  • se la spia è lampeggiante significa che la pressione si sta avvicinando al valore minimo, probabilmente a causa delle temperature rigide (il 20% del normale valore).
  • se la spia lampeggia e dopo 90-120 secondi rimane fissa potrebbe rivelare un problema di sistema. Il consiglio è quello di andare dal gommista o dal vostro centro specializzato e verificare il problema.

Quindi, in definitiva: i sensori TPMS sono una tecnologia che è stata ulteriormente sviluppata negli anni per offrire un maggiore livello di sicurezza e comfort di guida. Possono aiutare a prevenire incidenti stradali causati da pneumatici sgonfi, e possono aiutare a migliorare lefficienza del carburante. Inoltre, possono aiutare i tecnici a monitorare la salute generale degli pneumatici in modo più accurato, e fornire una migliore assistenza.

Se vuoi sapere di più sulla pressione degli pneumatici ti consigliamo di leggere il nostro articolo: Pressione: perché è importante e come monitorarla

Inoltre, se devi partire per un viaggio, ti consigliamo di recarti dal tuo gommista di fiducia e verificare le condizioni degli pneumatici.

 

Siamo giunti al termine del nostro articolo: se ti è piasciuto condividilo con chi pensi ne abbia bisogno.

 

Don’t be mona: be wise, dive safe.

Il Team Saccon Gomme

Devi cambiare i tuoi pneumatici?
Richiedi ora un preventivo gratuito e senza impregno:

CONDIVIDI L'ARTICOLO

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp

2 risposte

  1. Buonasera
    Per cortesia vorrei fare controllare la pressione dei pneumatici.l nella vostra sede di Pordenone perché mi si è accesa la spia.

    Vi chiedo gentilmente quanto tempo vi occorre.

    Grazie
    Cordiali saluti
    Massimo Sale

    1. Ciao Massimo,

      grazie per averci scritto.

      Ti consiglio di chiamare direttamente la nostra sede di Pordenone al: 0434 553520.

      In questo modo parlerai con i nostri tecnici, e ti forniranno una tempistica per il controllo degli pneumatici.

      Per altre informazioni scrivici pure a social@saccongomme.it

      Grazie,

      Team Saccon Gomme

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

per essere aggiornato su tutte le novità

e i prodotti Saccon Gomme

Le nostre sedi

Ponte della Priula

Headquarter

Portogruaro

Prdenone

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

per essere aggiornato su tutte le novità e i prodotti Saccon Gomme